Film

RIDE
RIDE

Un film di Valerio Mastandrea

Sceneggiatura:  Valerio Mastandrea e Enrico Audenino. Prodotto da Kimerafilm con Rai Cinema. Con il contributo del Ministero della Cultura. Con Chiara Martegiani, Renato Carpentieri, Stefano Dionisi, Arturo Marchetti e Milena Vukotic.  Fotografia Andrea Fastella; montaggio Mauro Bonanni; scenografia: Marta Maffucci; costumi: Olivia Bellini; musica: Riccardo Sinigallia; produttore: Simone IsolaPaolo Bogna;    distribuzione: 01 Distribution [Italia], vendite estere: Minerva Pictures Group [Italia], durata: 90'

Una domenica di Maggio, a casa di Carolina si contano le ore. Ne mancano solo 24 al giorno in cui bisognerà aderire pubblicamente alla commozione collettiva che ha travolto una piccola comunità sul mare, a pochi chilometri dalla capitale. Se n’è andato Mauro Secondari, un giovane operaio caduto nella fabbrica in cui, da quelle parti,  hanno transitato almeno tre generazioni. E da sette giorni Carolina è rimasta sola, con un figlio di dieci anni, e con la sua fatica immensa a sprofondare nel dolore per la perdita dell’amore della sua vita. Manca un giorno solo al funerale dove tutti si aspetteranno una giovane vedova devastata che sviene ogni due minuti. Come fare a non deludere tutta quella gente? E soprattutto come fare a non deludere se stessa?

Premi e festival:

Festival du Cinema Italien de Bastia 2020: Compétition; Viva il Cinema! Journées du film italien de Tours 2020: Panorama; Annecy Cinema Italien 2019: Prima; BIF&ST 2019:Italiafilmfest; Denver Film Festival 2019: Italian Showcase; Festival del Cinema Italiano di Tokyo 2019; Festival du Film Italien de Villerupt 2019: Compétition - Amilcar du Jury Jeunes; Italian Film Festival in Scotland 2019; Moscow International Film Festival 2019: Main Competiton - Silver George for Best DirectorOpen Roads: New Italian Cinema 2019; Torino Film Festival 2018: Torino 36; Sudestival 2019; Fajr Film Festival 2019; Fiesta, Festival del Cinema Italospagnolo a Palma de Mallorca 2019; Manaki Bros. Film Festival 2019

 

 

Nomination miglior regista esordiente - David di Donatello 2019

9​

54109.JPG.webp
IL CONTAGIO
ILCONTAGIO_vert_NUOVO-ORD[2][1].JPG

Un film di Matteo Botrugno e Daniele Coluccini

Titolo internazionale: Tainted Souls. Con Vinicio MarchioniAnna FogliettaMaurizio TeseiGiulia BevilacquaVincenzo SalemmeDaniele ParisiMichele BotrugnoAlessandra CostanzoLucianna De FalcoCarmen GiardinaFabio GomieroNuccio SianoFlonja KodheliLoris De Luna sceneggiatura: Matteo BotrugnoDaniele ColucciniNuccio Siano, dal romanzo omonimo di Walter Siti fotografia: Davide Manca; montaggio: Mario Marrone scenografia: Laura Boni; costumi: Francesca Di Giuliano musica: Paolo Vivaldi produttore: Simone IsolaPaolo BognaGuglielmo MarchettiFrancesco Dainotti, con la collaborazione di Gianluca Arcopinto; produzione: Kimerafilm con Rai Cinema e Notorius Pictures, in collaborazione con Gekon Productions e con il contributo del Ministero della Cultura distribuzione: Notorius Pictures [Italia]; vendite estere: True Colours - Glorious Films [Italia]; durata: 105'

 

Un angolo di borgata, una casa popolare, tre piani di cemento. Dentro abitano: Chiara e suo marito Marcello,ex culturista dalla sessualità incerta. Francesca, la paraplegica combattiva militante di sinistra. Bruno, ultrà romanista in affidamento diurno. E poi Gianfranco, lo spacciatore che prova a entrare nel giro grosso. Eugenio detto "er trottola", che lavora in un'officina e si scopre innamorato della prostituta con cui convive... In questo paesaggio fatto di pezzi di campagna e lembi di metropoli, le varie storie s'intrecciano, unendosi a quelle di personaggi che la borgata l'hanno scelta, per ribellione, per fascinazione. Come Flaminia che ha sposato Bruno rompendo con la famiglia; o come il Professore, che ama Marcello e lo mantiene. Con Il Contagio vogliamo raccontare la storia di due mondi apparentemente lontani fra loro ma assolutamente complementari e che dipendono l’uno dall’altro in modo imprescindibile: non vogliamo descrivere la periferia come un universo chiuso, ma puntiamo a far emergere le dinamiche che portano al contagio del “mondo di sotto” con quello di “sopra”.

 

Festival:

Cinema Made in Italy - Copenaghen 2018; Festival du Cinema Italien de Bastia 2018: Compétition - Mention spéciale; Filmfest München 2018: International Independents; Journées du Cinéma Italien - Nizza 2018: Concorso; Moscow International Film Festival 2018: Spectrum; Annecy Cinema Italien 2017: Prima Festival du Film Italien de Villerupt 2017: Compétition; La Biennale di Venezia 2017: Giornate degli Autori MittelCinemaFest 2017; Mostra de Cinema Italià de Barcelona 2017: Largometrajes

 

Nomination miglior attrice e attore ai Nastri d'Argento per Anna Foglietta e Vinicio Marchioni

NON ESSERE CATTIVO

Un film di Claudio Caligari

Titolo internazionale: Don't be Bad; cast: Luca MarinelliAlessandro BorghiSilvia D'AmicoRoberta MatteiValentino CampitelliGiulia GrecoElisabetta De VitoEmanuele GrazioliLuciano MieleMassimo De SantisEmanuela FanelliAlessandro Bernardini, Danilo Cappanelli, Manuel Rulli, Claudia Ianniello, Alice Clementi, Stefano Focone, Andrea Orano, Alex Cellentani; sceneggiatura: Claudio CaligariGiordano MeacciFrancesca Serafini; fotografia: Maurizio Calvesi; montaggio: Mauro Bonanni; scenografia: Giada Calabria; costumi: Chiara Ferrantini; musica:Paolo Vivaldi; produttore: Simone IsolaValerio MastandreaPaolo BognaPietro ValsecchiAndrea Leone; produzione: Kimerafilm con Rai Cinema e TaoDue Film, con Leone Film Group, con il contributo del Ministero della Cultura, in associazione con Ifitalia Gruppo BNP Paribas e CertiW; distribuzione: Good Films [Italia]Missing Films [Austria]Bellissima Films [Francia]Missing Films [Germania]Uncork’d Entertainment [Stati Uniti] vendite estere: Rai Com [Italia]

Una storia ambientata negli anni '90 a Ostia e nella periferia romana, gli stessi luoghi dove Pasolini faceva vivere, girovagare, amare e soffrire i personaggi dei suoi film. Quelli che una volta erano i "ragazzi di vita", negli anni '90 sembrano appartenere, anche se nella periferia più disperata, a un mondo che ruota intorno all'edonismo. Un mondo dove soldi, macchine potenti, locali notturni, droghe sintetiche e cocaina "girano facili", nel quale Vittorio e Cesare, poco più che ventenni, agiscono alla ricerca della loro affermazione. L'iniziazione all'esistenza per loro ha un costo altissimo e Vittorio, per salvarsi, prende le distanze da Cesare, che invece sprofonda inesorabilmente.Il legame che li unisce è così forte che Vittorio non abbandonerà mai veramente il suo amico, sperando sempre di poter guardare al futuro con occhi nuovi. Insieme.

Festival:

Cairo International Film Festival 2016: Festival of Festivals; Cinema Italia - Israele 2016; Cinema Italy - Miami/Atlanta/San Juan 2016; Cinema Made in Italy - London 2016; David di Donatello 2016: Miglior fonico di presa diretta (Angelo Bonanni); Festa do Cinema Italiano 2016: Panorama; Festival del Cinema Italiano di Ajaccio 2016: Hors Compétition; Festival del Cinema Italiano di Stoccolma 2016; Film Fest Gent 2016: Global Cinema; Göteborg Film Festival 2016: Italy in focus; ICFF Italian Contemporary Film Festival 2016; IFFR - International Film Festival Rotterdam 2016; Italian Film Festival - Australia 2016: Lights, drama, action; Italian Film Festival Berlin 2016; Karlovy Vary International Film Festival 2016: Horizons; Los Angeles - Italia 2016; NICE New italian Cinema Events Festival - USA 2016: In Concorso; Open Roads: New Italian Cinema 2016; PIFF - Portland International Film Festival 2016; Semana de Cine Italiano - Buenos Aires 2016; St. Louis International Film Festival 2016: International Spotlight; Tirana International Film Festival 2016: Feature - Miglior Regia, Miglior Film Europeo; AFI Los Angeles International Film Festival 2015: Presentations; Appuntamento con il cinema italiano - Istanbul 2015; Cinema Italian Style - Los Angeles 2015; Cinema Italian Style - Seattle 2015; Festival de Cinema Italiano no Brasil 2015; Festival del Cinema Italiano di Madrid 2015: Lungometraggi; Festival du Film Italien de Villerupt 2015: Compétition; La Biennale di Venezia 2015: Fuori Concorso - Premio Francesco Pasinetti, Premio Nuovo Imaie Talent Award (Alessandro Borghi); Les rencontres du cinéma italien à Toulouse 2015: En compétition - Mention spéciale; MittelCinemaFest 2015; Mostra de Cinema Italià de Barcelona 2015

16 Nomination ai David di Donatello 2016.

Nastro d'Argento come 'film dell'anno'.

Candidato italiano come miglior film ai Premi Oscar 2016

locandina.jpg
LA MIA CLASSE

Un film di  Daniele Gaglianone

Titolo internazionale: My Class; cast: Valerio Mastandrea, la Classe: Bassirou Ballde, Mamon Bhuiyan, Gregorio Cabral, Jessica Canahuire Laura, Metin Celik, Pedro Savio De Andrade, Ahmet Gohtas, Benabdallha Oufa, Shadi Ramadan, Easther Sam, Shujan Shahjalal, Lyudmyla Temchenko, Moussa Toure, Issa Tunkara, Nazim Uddin; sceneggiatura:Daniele GaglianoneGino Clemente, Claudia Russo; fotografia:Gherardo Gossi; montaggio: Enrico Giovannone; scenografia:Laura Boni; costumi: Irene Amantini; produttore: Gianluca Arcopinto, Simone Isola, Paolo Bogna, produzione: Axelotil FilmKimerafilmReliefRai Cinema, con il contributo del Ministero della Cultura, con il patrocinio del Ministro per l'integrazione; distribuzione: Pablo [Italia]; durata: 92'

 

L’integrazione, che è processo culturale prima ancora che sociale, parte dai banchi di una classe. Oltre alla massiccia presenza di bambini stranieri nella scuola dell’obbligo italiana, c’è un altro esercito di studenti di età, sesso e soprattutto provenienza diversa che frequenta i corsi di lingua e cultura italiana organizzati da CTP (centro territoriale permanente), associazioni di volontariato piùo meno note, scuole private e scuole pubbliche. A qualsiasi ora, in qualsiasi giorno. La mia classe è un racconto vero che nasce tra mura scolastiche non convenzionali e segue il corso della vita di tutti i giorni: la vita dei ragazzi con le loro famiglie e comunità, e dell'insegnante con i suoi slanci, la sua tagliente ironia, i dubbi e le paure di chi si rende conto di star costruendo l'Italia che sarà. E si lascia coinvolgere, trovando anche la forza per combattere la sua malattia.

Festival:

Viva il Cinema! Journées du film italien de Tours 2020: Hommage à Daniele Gaglianone; Beijing International Film Festival 2014: Discovering Italy; BIF&ST – Bari International Film Festival 2014: Panorama Internazionale; CPH PIX 2014: Lone Stars; Festival del Cinema Italiano di Stoccolma 2014; Festival Terra di Cinema 2014: Compétition; Göteborg Film Festival 2014: Kritikervechan; Moscow International Film Festival 2014: Europe Plus Europe; Mostra de Cinema Italià de Barcelona 2014; Seattle International Film Festival 2014: Contemporary World Cinema; Appuntamento con il cinema italiano - Istanbul 2013; BFI London Film Festival 2013: Journey; Festival del Cinema Italiano di Madrid 2013: Lungometraggi; Festival du Film Italien de Villerupt 2013: Compétition; La Biennale di Venezia 2013: Giornate degli Autori - Venice Days, Selezione Ufficiale;Les rencontres du cinéma italien à Toulouse 2013: En compétition - Prix de la Critique; FESTIVAL CINEMA D'ALES - ITINERANCES 2014: Avant-Premières; 8 ½ FESTA DEL CINEMA ITALIANO 2014; OLHAR DE CINEMA - CURITIBA INTERNATIONAL FILM FESTIVAL 2014: Prémio do Pùblico

Nomination ai Nastri d'Argento 2014 nella categoria docu-fiction

ET IN TERRA PAX
ET IN TERRA PAX
ET IN TERRA PAX
ET IN TERRA PAX_locandina

Un film di  Matteo Botrugno e Daniele Coluccini

Titolo internazionale: And Peace on Earth. Cast: Maurizio TeseiUghetta D'Onorascenzo, Michele BotrugnoFabio GomieroGermano GentileSimone Crisari,  Riccardo Flammini sceneggiatura: Matteo BotrugnoDaniele ColucciniAndrea Esposito; fotografia: Davide Manca;  montaggio: Mario Marrone; scenografia: Laura Boni,  Irene Iaccio; costumi: Irene Amantinii,  Chiara BaglioniP. Porfirio;  produttore: Simone Isola, Gianluca Arcopinto; produzione: KimerafilmSettembrini; distribuzione: Istituto Luce Cinecittà [Italia]vendite estere: Ellipsis Media International [Italia]; durata: 89'

Marco, ex detenuto, torna a spacciare cocaina per conto dei suoi vecchi compari Glauco e Mauro; Faustino, Massimo e Federico trascorrono le loro giornate fra droga e bravate; Sonia, si divide tra gli studi universitari e il lavoro nella bisca di Sergio. Un banale incidente porterà i protagonisti a lasciare dietro di sé una scia di fuoco, sangue e violenza.

Premi e festival:

Annecy Cinema Italien 2011: Compétition fictions; Cinema Made in Italy - London 2011;CPH PIX 2011: Spotlight: Italien; Festa del Cinema di Roma 2011: Il festival in città; Festival del Cinema Italiano di Stoccolma 2011; Festival du Film Italien de Villerupt 2011: Concorso; Filmfest München 2011: International Program; Göteborg Film Festival 2011: Debuter; Moscow International Film Festival 2011: Focus Italy; Cinemanila 2010: In Concorso; La Biennale di Venezia 2010: Giornate degli Autori - Venice Days: Selezione Ufficiale; Tokyo International Film Festival 2010: International Competition.

 

 

Menzione speciale ai Nastri d'argento come opera "coraggiosa e diversa"

CE L'HAI UN MINUTO?

Regia di  Alessandro Bardani Andreassi

Scritto da  Alessandro Bardani e Luca Di Prospero; cast:  Giorgio Colangeli, Francesco Montanari, Alessandro Bardani; fotografia: Timoty Aliprandi; montaggio: Arzu Volkan; scenografia: Maria Giulia Bondi; costumi: Emanuela Naccarati; musica: Deserto Rosso - Danilo Pao & Erika Savastani. Prodotto da Marco e Matteo Morandini in collaborazione con Kimerafilm.

 

"Ce l’hai un minuto" è la storia di un incontro inaspettato tra Oreste, un romano sulla cinquantina, e Mahdi un ragazzo palestinese. Mahdi deve trovare la strada per la Palestina e Oreste sa come aiutarlo, ma forse quest’incontro diventa un pretesto per parlare di un viaggio che c’è già stato...

Nomination ai David di Donatello 2012 come miglior cortometraggio.